You are here
Home > NOTIZIE > BRAND > Il futuro dello snowboard?

Il futuro dello snowboard?

60-Degrees-on-snow

Matthias Gruber, designer dell’agenzia di comunicazione helios, laureatosi presso la Facoltà di Design e Arti, è uno dei premiati della seconda edizione di Milano Montagna Vibram Factory, incubatore di idee e progetti del festival Milano Montagna (8-10 ottobre). Il suo progetto 60 Degrees ridisegna la tavola da snowboard rendendola più versatile e divertente.

Un progetto che, prendendo spunto dal passato, crea la tavola da snowboard del futuro. È la sostanza del progetto presentato dal designer Matthias Gruber, ventisettenne di Lana (BZ), al Milano Montagna Vibram Factory, la manifestazione collaterale di Milano Montagna 2015, la vetrina italiana che mette in mostra il meglio della produzione mondiale in fatto di attrezzature e prodotti per gli appassionati della montagna e della neve.

60 Degrees è il nome del progetto il cui scopo dichiarato del progetto è attirare sulle piste nuovi seguaci della tavola. Il designer altoatesino, lui stesso un appassionato snowboarder, ha studiato i limiti della tavola che, da qualche anno, sta perdendo la competizione con gli sci. Chiedendosi cosa avrebbe desiderato dalla sua tavola da snowboard, Gruber ha realizzato un prototipo ispirandosi al concetto dello snakeboard, un particolare skateboard in voga negli anni ’90. L’innovazione consiste nella trasformazione della classica tavola in un attrezzo composto da due moduli mobili agganciati da una cinghia. Ciò consente allo sportivo più esigente di superare i tradizionali limiti della tavola ed esplorare nuovi movimenti.

“Si tratta di una tavola multi-funzionale che offre all’atleta nuove possibilità di variazioni nella guida”, spiega Gruber, “ho disegnato una funboard che, grazie alla sua flessibilità, permette di compiere trick inediti, garantendo divertimento sulle piste e negli snowpark”.

Il concorso Milano Montagna Vibram Factory offre ai partecipanti la possibilità di entrare in contatto con i responsabili Ricerca e Sviluppo di aziende del settore interessate a produrre nuovi progetti e con società che si occupano di finanziare startup di prodotti innovativi.

Matthias Gruber 60 Degrees

Roberto Nangeroni
Roberto Nangeroni was born in Varese in 1982 and during the studies in the local artistic high school he begins to show interest in photography. Indeed, after the leaving certificate, he begins the studies in Communication Sciences and Technologies and meanwhile he collaborates with magazines and press agencies mostly related to the sports area, publishing single shots and entire reports. Thanks to many experiences in the publishing sector, he is 2006 selected as Venue Photo Supervisor for the Winter Olympic Games in Turin. After the degree at the IULM in Milan, from 2007 to 2012 he manages SNOWBOARDER Magazine - main italian magazine linked to the snowboard area - as editor in chief and principal contributor.In parallel to his works in the publishing, he collaborates with important italian and european companies for which he realizes catalogues and advertising photos. 2012 he finishes a Master's program in Advanced Photography at the European Institute of Design in Milan and he becomes member of the italian Journalist Class in Lombardy.
http://www.robertonangeroni.com

Similar Posts

Lascia un commento

Top
snowboard-skin