You are here
Home > NOTIZIE > Kimmy Fasani e il suo impegno per le donne nello snowboard freestyle

Kimmy Fasani e il suo impegno per le donne nello snowboard freestyle

txt. Hannah Kennell 

Kimmy-Fasani-credit-to-Daniel-Blom

I tempi stanno cambiando: le donne stanno sviluppando un grande interesse verso alcuni sport a cui non hanno tradizionalmente mai partecipato, come gli sport di contatto e gli sport estremi. La Snowboarder Kimmy Fasani è all’avanguardia in tutto. Da “dura pollastrella dello snow”, si è impegnata a promuovere e migliorare le opportunità per le donne nello sport, soprattutto nello snowboard freestyle.

Kimmy è cresciuta a Truckee, in California, dove ha vissuto soprattutto con la madre, avendo perso il padre per un cancro quando era un adolescente. Non c’è da meravigliarsi che promuova l’atletica femminile: “Sono orgogliosa di essere una donna e sono stata ispirata a essere indipendente, forte ed esplicita grazie alla mia mamma – che mi ha cresciuto da sola.”

La Fasani ha iniziato la sua incursione nel mondo dello sport sulla neve all’età di due anni quando ha iniziato a sciare. Non passò molto tempo prima che stesse implorando la madre di avere uno snowboard. “Ho avuto un gruppo di amici maschi che andavano in snowboard dopo le nostre gare di sci. Hanno fatto sembrare la cosa così divertente. Nel Natale 1993 il desiderio della Fasani si è avverato quando sua madre le ha dato un nuovo snowboard. “Mi sono subito innamorata dello snowboard e ho rinunciato a sciare all’età di 12 anni”. Due anni dopo, la Fasani ha iniziato a competere ed è stata Campionessa USA Nazionale in Slopestyle per 3 anni consecutivi. “Ho finito per fare molto bene negli eventi amatoriali, questo mi ha portato un po’ di attenzione da parte degli sponsor.” Da allora in poi è stata ingaggiata. “Ho fatto tutto quello che potevo per essere sulla neve più spesso possibile.”

Nel 2002, la Fasani si diploma e si trasferisce a Mammoth, California. “Mammoth è stata la mecca dell’industria dello snowboard fino a quel punto”, ha spiegato la Fasani, “Vivere li mi avrebbe permesso di inseguire la mia passione.” Durante questo periodo, grazie al programma online dell’Università di Phoenix, riuscì anche ad ottenere una laurea in Marketing .

La lista dei suoi riconoscimenti è lunga, ma uno dei suoi più grandi successi è arrivato nel 2011, quando ha chiuso un double backflip sia in park che in powder, facendo di lei la prima donna a chiudere il trick. “Ho passato un sacco di tempo a pensare al trick e a cosa ci volesse per chiuderlo. Il timing ha avuto la meglio, così mi sono concentrata su quello. “Chiudere questo trick ha significato molto per la Fasani. “Ho capito quanto sia potente la mia mente e come avrei potuto sfruttarla per realizzare ciò che volevo, non solo nello snowboard, ma nella vita.”

Oltre ad essere nominata per diversi premi, tra cui Women’s Rider of the Year, Standout Performance of the Year, e Women’s Readers Choice, nel 2012 la Fasani ha abbellito la copertina di Transworld Snowboarding Magazine. “Essere 1 delle 5 donne di sempre ritratte sulla copertina di Transworld Snowboarding, soprattutto dopo cinque anni da quando l’ultima rider era stata su quella copertina, ha reso questo risultato molto più gratificante e speciale.”

Kimmy-Fasani-amusement-park

Nel 2012 si è infortunata durante un trick. “E ‘stata una situazione molto spaventosa e ricordo tutto al rallentatore.” Al tempo dell’incidente la Fasani si stava preparando per le qualificazioni olimpiche e quindi non poteva arrivare in un momento peggiore. “Subito dopo l’incidente ero devastata perché ho dovuto lasciare andare tante opportunità.” La Fasani, però, ha tirato fuori l’esperienza di una mente chiara e di un atteggiamento positivo. “Tutto ciò che ho imparato su di me e sulla mia mente durante il mio tempo libero lontano  dalla neve per un anno mi ha dato molta di più chiarezza”, spiega, “ho imparato che va bene essere bravi in un aspetto dello snowboard.”

Dopo l’incidente la Fasani ha rinunciato al sogno olimpico, ma ben presto ha ritrovato la sua vocazione nel mondo dello snowboard. “Ho avuto davvero dei team manager di grande supporto che hanno visto il potenziale nelle mie capacità di distinguersi più come una rider da filmato piuttosto che in competizione.” La Fasani ha lavorato con una società cinematografica di snowboard, la Standard Films, prendendo parte a molti dei loro video e addirittura ad una video part esclusiva nel loro ultimo film, “2112”. Per la Fasani, fare riprese video di snowboard è diventata una vera e propria passione. “Mi piace essere nel profondo delle montagne a creare video part estraendoli da quella immensa tela bianca.”

La vera passione di Kimmy, però, è sostenere altre atlete nello snowboard freestyle. “Ci sono così tante ragazze in arrivo sulla scena competitiva e sono tutte incredibilmente di talento. Mi piace guardare il loro progresso”.

 Alla Fasani non piace puntare il dito su questo, ma prende molto a cuore l’uguaglianza all’interno dell’arena atletica, anche nel settore video di snowboard – dove ha vissuto il sessismo di prima mano, “Le donne sono altrettanto capaci di fare la maggior parte delle cose come gli uomini in metà del tempo, siamo limitate dalla nostra mente o nozioni preconcette di ciò che stiamo ‘aspettando’ di ​​fare. “Grazie al suo successo come snowboarder fresetyle, la Fasani è una da guardare, e ascoltare. “Io cerco di usare la mia voce per aiutare, io parlo per le donne, perché voglio vedere le ragazze sempre più in posizioni per le quali si sentano qualificate.”

Dopo Mammoth Mountain ho costruito un kicker dove potevo chiudere il famigerato back-flip,  qui hanno cominciato a collaborare su base annuale tutte le ragazze ad un evento unico e privato di snowboard: Amusement Park. “Ho disegnato il park per dare alle donne un posto divertente, senza stress, per la sessione di allenamento della primavera.” Ora al suo quarto anno, la Fasani invita snowboarder femminili, professioniste e dilettanti a venire a fare un giro e magari anche ad imparare alcuni nuovi trick. “I pro e i dilettanti possono ridare insieme e imparare gli uni dagli altri.” L’evento è anche la base di un servizio fotografico. “Invito i media per dare a tutte le donne la possibilità di acquisire maggiore visibilità”, ha spiegato la Fasani, “Voglio che le ragazze tornino a casa con un’esperienza divertente in testa e foto e video per i loro sponsor.” Il fine dietro l’evento viene dal desiderio di aiutare il progresso delle donne alle prime armi, occasione che lei stessa avrebbe gradito ai suoi tempi. “Rendere sicure le donne attraverso questi tipi di piattaforme è davvero importante, so che avrei potuto attingerne maggiore esperienza quando stavo iniziando con lo snowboard.” Grazie alla dedizione di kimmy, l’evento è diventato sempre più di successo nel corso degli anni. “Vorrei mantenere questa crescita e, si spera, col tempo le donne saranno in grado di utilizzare questa sessione di primavera come un modo per tenere vivo il nostro sport e farlo progredire negli anni a venire. “

Kimmy Fasani ha molti sponsor, tra cui Zeal Optics, Mammoth Mountain, Clif Bar, Mimi Cookie Bar, Evo, e Skullcandy, ma quello di cui lei è vuole parlare è Burton. “Burton ha un’iniziativa per le donne stupefacente che ci dà una voce nello snowboard e il nostro outlet è visibile attraverso www.burtongirls.com .” La Fasani è l’unica donna che rappresenta la linea AK di Burton, una linea di attrezzatura da snowboard con tecnologia superiore rivolto ai professionisti di questo sport, come pure ai dilettanti. Visto il forte interesse della Fasani verso le donne dello snowboard, è orgogliosa di essere parte di Burton, “Non sono molte le aziende che hanno tanta iniziativa verso le donne, o così tante donne in squadra come fa Burton. Burton ha costruito il proprio marchio sullo snowboard come obiettivo numero uno. Sono fedeli alle proprie radici e danno a questo sport più di ogni altra azienda del settore “.

Oggi, la Fasani conduce uno stile di vita piuttosto impegnato. “Sono in giro per la maggior parte dell’anno; Sono di solito sulla neve da novembre fino a maggio e poi per un paio di settimane in luglio o agosto “, ci ha riferito,” Il resto dei miei viaggi sono per le riunioni di sviluppo del prodotto o del catalogo per i miei vari sponsor. “

Pur essendo un atleta professionista la Fasani non ha nessun agente – ha sfruttato la sua laurea in marketing per la sua carriera. «Mi rappresento come atleta e dato che non ho un agente o un manager, ho imparato a costruire il mio marchio su di me.” La Fasani è proprietaria di parte di Cookies di Mimi, un bar di biscotti bio a Mammoth, California. Inoltre, lo snowboard non è l’unico sport per la Fasani. Conduce uno stile di vita attivo che include qualsiasi sport ci possa entrare. “Ho scoperto che io sono la più felice quando sono nel mondo dello sport e per questo lo snowboard, il trekking, la mountain bike, il nuoto, la corsa e l’arrampicata su roccia sono i miei altri punti di quel luogo felice”.

Per quanto riguarda il futuro, lo stile di vita atletico della Fasani la vede in piena attività e in nessun caso vicina al pensionamento. “Mi piacerebbe continuare a progredire il mio stile nel powder in back country; Voglio anche diventare una rider più forte in alta montagna. “Lo sport, però, non è l’unica cosa nella mente della Fasani.” Alla fine, mi piacerebbe avere figli e posso vedermi facilmente impegnata in una posizione del marketing degli action sport. “

Nel prossimo futuro la Fasani ha un programma di viaggio già completo: “Sono diretta verso l’emisfero sud per le prime due settimane di agosto con Burton per un catalogo.” L’atleta hard-core prevede anche di prendere una pausa nella sua pianificazione. Dritta a Bali per una vacanza nei primi mesi di luglio con suo marito.

Consiglio della Fasani per le atlete che sono appena agli inizi: “Divertiti, fai quello che ti piace, abbi un atteggiamento positivo, non evitare il college, sogna e prefissati grandi obiettivi e… lavora sodo! È possibile realizzare tutto ciò che ci si mette in testa. “

Visitate il sito web di Kimmy Fasani per maggiori dettagli e per vedere alcune incredibili riprese del suo riding! 

Kimmy-in-snow-burton-credit-to-Blotto-Photo-1

ENG

Kimmy Fasani and her commitment to women in freestyle snowboarding

Times are changing: women are taking a real interest in sports which they have not traditionally participated in, such as contact and extreme sports. Female snowboarder, Kimmy Fasani is at the forefront of it all. A ‘tough chick rider’, she is committed to promoting and improving opportunities for women in sport, especially in freestyle snowboarding.

Fasani grew up in Truckee, California, where she was raised primarily by her mother, having lost her father to cancer when she was a teenager. It’s no wonder Fasani promotes female athletics: “I am proud to be a woman and have been inspired to be independent, strong, and vocal because of my mom – who raised me on her own.”

Fasani began her foray into snow sports at the age of two when she began skiing. It wasn’t long before she was begging her mother for a snowboard. “I had a group of guy friends who would go snowboarding after our ski races. They made it look so fun.  Christmas, 1993 saw Fasani’s wish came true when her mother gave her a brand new snowboard. “I instantly fell in love with it and gave up skiing at the age of 12.” Two years later, Fasani started competing and was the USASA National Slopestyle Champion for 3 years running. “I ended up doing really well in the amateur events, this got me a bit of attention from sponsors.” From then on she was hooked. “I did whatever I could to be on snow as often as possible.”

In 2002, Fasani graduated from high school early and moved to Mammoth, California. “Mammoth was the mecca of the snowboard industry at that point,” explained Fasani, “Living there would allow me to chase my passion.” During this time, thanks to University of Phoenix’s online programme, she also managed to obtain a BA in Marketing.

Fasani’s list of accolades is long but one of her biggest achievements came in 2011 when she landed a double backflip in both the park and the powder, making her the first female to accomplish the trick. “I spent a lot of time thinking about the trick and what it would take to make it happen. Timing was right, so I went for it.” Landing this trick meant a great deal to Fasani. “I realized how powerful my mind was and how I could harness it to accomplish whatever I wanted, not just in snowboarding but in life as well.”

Along with being nominated for several awards, including Women’s Rider of the Year, Standout Performance of the Year, and Women’s Readers Choice, in 2012 Fasani graced the cover of Transworld Snowboarding Magazine. “Being 1 out of 5 women ever documented on Transworld Snowboarding’s covers, and also having it be a 5 year gap since the last women was on the cover made this accomplishment feel that much more rewarding and special.”

In 2012 she was injured while performing a trick. “It was a very scary situation and I can remember everything in slow motion.” At the time of the injury Fasani was was preparing for Olympic qualifying events and so it couldn’t have come at a worse time. “Just after the crash, I was devastated because I had to let go of so many opportunities.” Fasani, however, came out of the experience with a clear mind and positive attitude. “The amount I learned about myself and my mind during my time off snow for that year has given me so much more clarity,” she explains, “I learned that it’s okay to be good at one aspect of snowboarding.”

Following the accident Fasani gave up the Olympic dream but soon found her calling within the snowboarding world. “I had really supportive team managers that saw potential in my abilities to stand out as a rider who filmed rather than competed.” Fasani has worked with snowboard film company, Standard Films, and has parts in several of their videos and even boasts a full segment in their latest film, “2112”. For Fasani, filming snowboarding videos has been a real passion.“I love being deep in the mountains creating a video part off a blank canvas.”

Fasani’s real passion, however, comes from supporting female athletes in freestyle snowboarding. “There are so many girls coming up on the competitive scene who are incredibly talented. I love watching them progress.”

Fasani doesn’t like to put a label on it but feels very strongly about equality within the athletic arena, including in the snowboarding filming industry – where she has experienced sexism first-hand, “Women are just as capable at doing most things as men; half the time, we are limited by our own minds or preconceived notions of what we are ‘expected’ to do.” Thanks to her success as a freestyle snowboarder, Fasani is one to watch, and listen to. “I try to use my voice to help, I speak up for women because I want to see girls stepping up to positions for which they feel qualified.”

After Mammoth Mountain built a jump where she could land the infamous back-flip, they began to collaborate on an annual all-girls invite-only private snowboarding event, Amusement Park. “I designed Amusement Park to give women a fun, no stress, springtime progression session.” Now in its fourth year Fasani invites female snowboarders, professional and amateur alike to come ride and maybe even learn some new tricks. “The pros and amateurs can ride together and learn from one another.” The event is also somewhat of a photo-shoot. “I invite the media to give all the ladies an opportunity to gain more exposure,” explained Fasani, “I want the girls to walk away with a fun experience, photos and video for their sponsors.” The drive behind the event comes from Fasani’s desire to help women progress when first starting out, an opportunity she herself would have enjoyed. “Making sure women have these types of platforms is really important, I know I could have used more experiences like this when I was coming up in snowboarding.” Thanks to Fasani’s dedication to the event it has become increasingly successful over the years.“I want to keep this growing and hopefully women will be able to use this spring time session as a way to keep our sport progressing for years to come.”

Fasani has many sponsors including Zeal Optics, Mammoth Mountain, Clif Bar, Mimi’s Cookie Bar, Evo, and Skullcandy, but one she is keen to talk about is Burton. “Burton has an amazing women’s initiative that gives us a voice in snowboarding and our outlet is visible through burtongirls.com.” Fasani is the only female representing Burton’s AK line, a line of snowboarding gear with top technology aimed at the sport’s professionals as well as amateurs. With Fasani’s strong interest in women in snowboarding she’s proud to be part of Burton, “Not many companies have a women’s initiative, or as many women on their team as does Burton. Burton has built their brand with snowboarding as their number one goal. They are true to their roots and give back to the sport more than any other company in the industry.”

Today, Fasani leads quite the busy lifestyle. “I am on the road for majority of the year; I am usually on snow from November until May, and then for a few weeks in July or August,” reported Fasani, “The rest of my travelling is for product development meetings or catalogue shoots for my various sponsors.”

Despite being a professional athlete Fasani has no agent – instead she has put her marketing degree to use with multiple career endeavours. “I represent myself as an athlete, and because I don’t have an agent or manager, I have learned how to build my own brand.” Fasani is part owner of Mimi’s Cookies, an organic cookie bar in Mammoth, California. Moreover, snowboarding isn’t the only sport for Fasani. She leads an active lifestyle that includes any sport she can get into. “I have found that I am my happiest when I am active and because of that snowboarding, hiking, biking, swimming, running, and rock climbing are my other outlets to that happy place.”

As for the future, Fasani’s athletic lifestyle is in full-swing and she is seemingly nowhere near retirement. “I would love to keep progressing my riding in the back country; I also want to become a stronger mountain rider.” Sports, however,  aren’t the only thing on Fasani’s mind.“Eventually, I would love to have kids and can see myself involved in a marketing position in action sports.”

In the near future Fasani has a full schedule of travel.“I am heading to the southern hemisphere for the first two weeks of August with Burton for a catalogue shoot.” The hard-core athlete also plans to take some time off from her busy schedule as she and her husband head to Bali for a holiday in the early months of July.

Fasani’s advice for female athletes who are just starting out: “Have fun, do what you love, have a positive attitude, don’t avoid college, dream big, set goals, and work hard. You can accomplish whatever you put your mind to.”

Check out Kimmy Fasani’s website for more details, as well as some amazing footage of her riding!

Kimmy-Fasani-credit-to-active-lifestyle

Photo credits:

1. Daniel Blom

2. Blotto Photo

4. Active Lifestyle

Feature: Adam Moran

fonte: http://exclusivesportsmedia.tv/esm-exclusive-interview-kimmy-fasani/

special thanks to Lewis Scott.

Similar Posts

Leave a Reply

Top