You are here
Home > CAMP > NAZCA 2015/2016

NAZCA 2015/2016

AUTUNNO 2015 & INVERNO 2016:
Il 2015 è stata un estate molto calda, forse più calda della famosa estate  2003 che purtroppo ha lasciato il segno su tutti i ghiacciai Europei.
Anche quest’anno, i ghiacciai di Tignes e Les 2 Alpes hanno subito gravi riduzioni e danni…
Nazca, per sicurezza e per timore di proporre un Camp al di sotto delle aspettative alle quali vi avevamo abituati, ha deciso di ridurre di molto l’attività estiva.

Questa però non è una resa, anzi è solo l’occasione per lavorare duro su programmi nuovi e su nuove proposte.
Ora siamo pronti: sia per l’Autunno che per l’Inverno, nella speranza e desiderio che ad un estate torrida, segua un inverno freddo e con tanta neve…
…Per la dovuta scaramanzia ci fermiamo qui con le aspettative…
Un occhiata ai programmi Nazca Snow Camp ’15/’16 Autunno-Inverno che da quest’anno sono decisamente più orientati verso il freeride, la montagna e il fuoripista. Programmi aperti alla tavola da snow, allo sci largo al freetouring e al telemark!

AUTUNNO 2015: 2 proposte!
WEEK END dei SANTI a TIGNES per un inizio stagione eclatante come sempre, per ritrovare da subito le condizioni invernali, per fare un check up sulle condizioni fisiche, sulla tecnica, sul materiale. 3 gli atelier proposti: uno sul FREERIDE , uno sul FREESTYLE e uno per chi INIZIA.
PONTE DELL’IMMACOLATA a LA THUILE/COURMAYEUR o a TIGNES (a seconda dell’innevamento). Da fine ottobre saremo in grado di prendere una decisione, monitorando le precipitazioni in quota e le previsioni meteo.
Nel caso di un inizio stagione “normale” con buone nevicate rimarremo sui comprensori di La Thuile/Courmayeur, con puntate a La Rosiere, Pila e Chamonix.
Nel caso, come lo scorso anno, di poche precipitazioni, ci sposteremo sul ghiacciaio di Tignes dove la neve in quel periodo non manca mai (3.500 mt di altezza).

INVERNO 2016
Un altro inverno dedicato alla passione per la Montagna…
Gli obiettivi prefissati: sensazioni, entusiasmo, sicurezza, dislivello, neve polverosa.
Riassunti in 2 parole: FREERIDE & SAFARI FREERIDE

CAPODANNO, SAFARI FREERIDE, un programma speciale: accompagnamento fuoripista con maestri e guide, tecnica di discesa in fuoripista e in pista, autosoccorso in valanga, valutazioni del manto nevoso, scelta dell’itinerario più sicuro, strategie per diminuire le probabilità di incidente, oltre ai commenti ai video fatti durante la giornata.
Il programma specifico verrà adattato alle condizioni di innevamento e meteo della settimana.
A Capodanno, 5 giorni insieme in un tour dei comprensori più belli dell’Alta Valle d’Aosta:
COURMAYEUR, LA THUILE, LA ROSIERE, PILA, CREVACOL con una puntata a CHAMONIX e, in caso di tanta neve, l’opzione (da decidere insieme) per in CAT RIDING a VETAN.
Da sapere che la Valle d’Aosta ha la fortuna di avere sempre neve: le perturbazioni che arrivano da Est/Sud Est interessano località come Cervinia, Crevacol o Pila; quelle che arrivano da Ovest/Nord Ovest interessano maggiormente Courmayeur, La Thuile.

DA DICEMBRE A MAGGIO: FREERIDE CAMP durante tutti i week end della stagione.
Sono di 3 o 2 giorni (venerdì, sabato e domenica), con la possibilità di fare anche una sola giornata.
Si indirizzano a sciatori o snowboarder di medio/buon livello orientati al fuoripista, alla tecnica, al back country (in grado di scendere agevolmente qualsiasi tipo di pista).
Nessun  pregiudizio ne obblighi di alcun genere: snowboarder da poco o da tanto tempo,   snowboarder che ha deciso di ritornare a qualche esperienza con gli sci, sciatore appassionato di fuoripista e amante della montagna, amanti del FREETOURING con voglia di fare un po’ di dislivello con le pelli, Telemarker: questa formula si indirizza proprio a voi!   

Il Tour varia fra 2 o 3 stazioni comprese fra l’Alta Valle d’Aosta (Courmayeur, La Thuile, Pila, Crevacol) e la Francia (La Rosiere, Chamonix, Tignes/Val d’Isere). La base di partenza sarà tra Pré St Didier, La Thuile, Courmayeur.
Sceglieremo insieme, di volta in volta, l’itinerario migliore in fatto di neve e di meteo.

MATERIALI A DISPOSIZIONE: a chi fosse sprovvisto, verrà fornito il materiale di sicurezza: ZAINO 30lt e CASCO messi a disposizione da PICTURE, pala, sonda e ARVA. Inoltre avrete a disposizione alcune tavole specifiche per il fuoripista (DRAKE e SANTA CRUZ) e alcuni sci da FREERIDE (MOVEMENT)

Roberto Nangeroni
Roberto Nangeroni was born in Varese in 1982 and during the studies in the local artistic high school he begins to show interest in photography. Indeed, after the leaving certificate, he begins the studies in Communication Sciences and Technologies and meanwhile he collaborates with magazines and press agencies mostly related to the sports area, publishing single shots and entire reports. Thanks to many experiences in the publishing sector, he is 2006 selected as Venue Photo Supervisor for the Winter Olympic Games in Turin. After the degree at the IULM in Milan, from 2007 to 2012 he manages SNOWBOARDER Magazine - main italian magazine linked to the snowboard area - as editor in chief and principal contributor.In parallel to his works in the publishing, he collaborates with important italian and european companies for which he realizes catalogues and advertising photos. 2012 he finishes a Master's program in Advanced Photography at the European Institute of Design in Milan and he becomes member of the italian Journalist Class in Lombardy.
http://www.robertonangeroni.com

Similar Posts

Lascia un commento

Top
snowboard-skin